Comune di Fontanafredda

Ricerca rapida


< vai al contenuto centrale




Il tuo percorso: Ti trovi qui: Notizia

Il comune di Fontanafredda ha rinnovato il suo stemma

perché?

 

La travagliata storia di quella che è oggi la realtà territoriale del Comune di Fontanafredda ha fatto sì che si giungesse alla ideazione di uno stemma originale solo col primo quarto del Novecento.


Quale nuovo emblema poteva darsi il Comune “sparso” di Fontanafredda, originato dalla fusione delle antiche Municipalità di Ronche e Vigonovo?
Il lavoro di riordino e catalogazione dell’archivio storico avviato nel 2015 dall’Amministrazione comunale ha permesso di recuperare diversi filoni di ricerca, tra cui, per l’appunto, quello relativo alla storia dello stemma comunale. I documenti ritrovati ci hanno permesso di scoprire, per esempio, che tra le prime proposte fatte al Prefetto, allora deputato anche a questo, fu quella di realizzare uno stemma che contenesse metà delle insegne araldiche dei limitrofi Comuni/Città di Porcia e di Sacile, in quell’ottica di Comune “cerniera” quale Fontanafredda è, per posizione geografica e struttura urbana, naturalmente vocato.
Tuttavia la proposta, non priva di un certo interesse, fu respinta.

Si giunse così, dopo breve tempo, a ridisegnare lo stemma per come poi lo conosciamo: un campo verde su cui sono disposte in due pali 11 stelle, 5 e 5 ed una in punta, con le due in capo d’oro e le altre nove d’argento, a rappresentare, le prime, Vigonovo e Fontanafredda, capoluogo e frazione di denominazione, le seconde, le altre frazioni storiche del territorio (nel novero non rientrò ovviamente “Forcate”, che stava sostanzialmente “nascendo”).


Quando con Regio decreto del 5 settembre 1935 lo stemma venne approvato, nella parte alta dello scudo che contiene l’emblema araldico, il Governo fascista - così come per tutti gli enti locali d’Italia - impose il cosiddetto “Capo del Littorio”, contenente per l’appunto l’omonimo fascio.
A guerra ormai prossima all’inevitabile conclusione, con Decreto legislativo luogotenenziale del 10 dicembre 1944 n°394, quell’ornamento araldico fu rimosso; almeno in teoria. Probabilmente, si fece un po’ di confusione e si rimosse solo il fascio littorio in esso contenuto invece che tutta la fascia porpora che lo conteneva. Dopo oltre 70 anni, l’accomodamento è stato fatto: lo stemma comunale ha ripreso possesso dello scudo nella sua interezza, così come l’antico gonfalone collocato nella Sala consiliare del Municipio a Vigonovo si presenta ancora oggi dopo quasi un secolo.

 

L'utilizzo dello stemma del Comune è subordinato alla approvazione dell'Ente, in particolare, in presenza della concessione di  patrocinio, il richiedente deve esporre sul materiale predisposto per diffondere l'iniziativa, lo stemma completo di dicitura  “CON IL PATROCINIO DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI FONTANAFREDDA”.

 

 

I file sono scaricabili in questo sito al link http://www.comune.fontanafredda.pn.it/index.php?id=38652 

Info Segreteria Comune di Fontanafredda info@comune.fontanafredda.pn.it 0434567652